Nuova Fiat Croma 2008

Nuova Croma la Station Wagon secondo Fiat

Debutta oggi la Nuova Croma, la Station Wagon secondo Fiat che, rinnovata nell’estetica e con una maggiore razionalizzazione dell’offerta, si conferma una vettura innovativa e di sostanza. Infatti eccelle sia per i propulsori Multijet di seconda generazione sia per la ricchissima dotazione nel campo del comfort, della sicurezza e dell’infotainment.
Punto di riferimento del segmento, nuova Croma vanta una grande abitabilità interna per un diffuso “benessere a bordo” qualunque sia il viaggio da intraprendere. Merito dei tanti contenuti da vera ammiraglia proposti di serie ma, soprattutto, per l’originale formula “stilistica” ereditata dal precedente modello – il concept denominato “Comfort Wagon” – che le consente di essere, ancora una volta, la vettura più spaziosa del segmento.
Dall’aspetto oggi più dinamico, la Nuova Croma è capace di comunicare immediatamente un nuovo modo di vivere l’automobile. Nasce, infatti, per rispondere alle necessità della società europea dove si sta affermando una tendenza che spinge le “new families”, cioè famiglie giovani con figli, ad essere più attente alla sostanza, a ricercare in un prodotto sicurezza e affidabilità; il tutto a prezzi accessibili. Ecco perché il nuovo modello è l’ideale per chi, durante la settimana per motivi professionali, necessita di spazio, funzionalità e bassi costi di gestione mentre nel tempo libero desidera una station wagon bella, confortevole e sicura per godersi un viaggio sereno con tutta la famiglia.


Stile esterno rinnovato all’insegna del dinamismo

Contraddistinta da uno stile elegante e distintivo, oggi la Nuova Croma è ancora più dinamica grazie ad alcuni interventi estetici compiuti dal Centro Stile Fiat. Innanzitutto, coerente con il family feeling inaugurato con la Grande Punto e proseguito con la Bravo, la nuova Croma presenta un frontale dotato di originali proiettori “a goccia” dalla forte impronta italiana e impreziositi da una finitura estetica brunita; ridisegnate anche la presa aria inferiore e la calandra con maglie molto larghe e verniciate in Crome Shadow.
Nella parte posteriore spicca un nuovo paraurti che, molto simile ad un estrattore d’aria, conferisce maggiore sportività alla vettura, lo stesso dinamismo che si ha nel profilo grazie ai nuovi gruppi ottici insieme ai parafanghi, allo spoiler posteriore e alle nuove minigonne. Non ultimo, contribuisce all’eleganza del modello l’abbinamento dei montanti verniciati nero lucido con nuovi inserti cromati sulla cornice dei cristalli e sulle fasce paracolpi.
Analogamente agli esterni, gli interni della vettura sono stati oggetto di alcuni interventi estetici che esaltano la ricercatezza tipica dello “stile italiano” (inediti rivestimenti in tessuto o pelle per i sedili e un originale trattamento a effetto Wengè per i particolari interni) e l’adozione di un nuovo volante e un quadro strumenti oggi più ricco ed elegante.


Accessibilità e spaziosità al vertice del segmento

Proposta con un solo body, la Nuova Croma è ai vertici dell’abitabilità nella sua categoria: è lunga 478 centimetri, larga 177, alta 160, con un passo di 2 metri e 70 centimetri, misure che si traducono in una straordinaria abitabilità interna.
Peculiarità del modello sono l’ampio spazio al di sopra della testa dei passeggeri, il grande spazio tra le file dei sedili (il migliore nella sua categoria) e la posizione di guida alta che assicura un maggior controllo della strada ed una migliore visibilità esterna anche per i passeggeri posteriori.
L’accessibilità, grazie al pavimento piatto e al rialzamento dei punti H anteriore e posteriore consente, un’entrata / discesa molto confortevole. In più il nuovo modello offre una superficie vetrata tra le maggiori della sua fascia di mercato (3,254 m2) e garantisce un ottimo confort acustico e vibrazionale, ottenuto attraverso un accurato studio dell’abitacolo e una specifica taratura delle sospensioni.
Infine, ulteriore punto di forza della Nuova Croma, è la modularità del bagagliaio che offre un volume di carico di 500 litri estendibile fino a 1610 litri abbattendo i sedili posteriori e caricando la vettura fino al tetto. Il vano bagagli è stato inoltre dotato di un sistema cargo box che ne esalta ulteriormente le doti: un ripiano sollevabile delle dimensioni del vano bagagli crea un piano unico con il battivaligia facilitando le operazioni di carico e scarico e inoltre funge da coperchio per il vano sottostante alto ben 16 centimetri dove è possibile alloggiare oggetti fragili o di valore, lontani da occhi indiscreti. All’occorrenza è possibile abbattere il coperchio del cargo box sul fondo del vano nascosto per usufruire del massimo volume di carico possibile.


Dotazioni e soluzioni esclusive per viaggiare nel massimo comfort

La posizione di guida rialzata e l’ergonomia dei comandi rendono particolarmente piacevole un viaggio a bordo della Nuova Croma. Il tutto reso ancora più interessante dall’adozione di numerosi ed esclusivi contenuti: dal nuovissimo impianto DVD al sistema Blue&MeTM (anche in versione NAV), dall’impianto Hi-Fi “Interscope Sound Sistem” al CONNECT Nav Plus. E ancora: la Nuova Croma propone quanto di meglio oggi è disponibile nel campo degli automatismi che riducono l’impegno della guida come, per esempio, il Cruise Control, il sensore di pioggia e il sistema di ausilio per il parcheggio, il sensore della pressione dei pneumatici e la funzione di spegnimento ritardato dei fari (“follow me home”). Da sottolineare l’adozione dei fendinebbia anteriori con funzione “adattiva cornering” che si attivano automaticamente con luci anabbaglianti accese in base all’angolo di sterzata.
Infine, per un maggiore comfort di marcia, la Nuova Croma adotta un collaudato e affidabile schema di sospensioni (all’anteriore sono di tipo McPherson, al retrotreno sono multilink), pneumatici studiati appositamente per il miglior comfort e la massima sicurezza; e il servosterzo elettroidraulico che rende confortevole ogni manovra.


Motori potenti, elastici e rispettosi dell’ambiente

Fuori originale, dentro spaziosa e silenziosa. La Nuova Croma è la Station Wagon di Fiat nata per soddisfare persone con bisogni, gusti e stili di vita diversi, ma che hanno qualcosa in comune: il desiderio di un’automobile confortevole. E per chi vuole performance d’eccellenza Croma offre il potente motore 2.4 Multijet da 200 CV (abbinato al cambio sequenziale automatico a 6 rapporti) che si pone ai vertici della categoria per potenza specifica: 83 CV/litro.
In dettaglio, la Nuova Croma offre due brillanti motori a benzina (1.8 16v da 140 CV e 2.2 16v da 147 CV, quest’ultimo non disponibile in Italia) e tre turbodiesel Multijet (1.9 da 120 o 150 CV e il 2.4 da 200 CV) che ancora una volta dimostrano l’assoluta superiorità tecnologica di Fiat Group Automobiles nel campo dei motori diesel. Per sfruttare appieno le prestazioni dei suoi motori – tutti soddisfano i limiti di emissione CEE Fase 4, quelli diesel sono dotati di filtro antiparticolato – la Nuova Croma adotta ben 5 tipi di cambio: in breve, tutte le motorizzazioni a benzina dispongono di cambi a 5 rapporti, con la possibilità di avere il cambio automatico sequenziale sul 2.2 16v, mentre tutte le motorizzazioni diesel hanno cambi a 6 rapporti, con il cambio automatico sequenziale come alternativa al manuale sul 1.9 Multijet da 150 CV e come unica scelta sul potente 2.4 Multijet 20V da 200 CV.

Sicurezza da prima della classe

La Nuova Croma è un’auto progettata e costruita per raggiungere i più alti livelli nel campo della sicurezza come dimostrano le prestigiose cinque stelle Euro NCAP che la pongono ai vertici del segmento. Merito dei tanti e sofisticati dispositivi che il modello offre di serie, ad iniziare da quelli dedicati alla sicurezza passiva: 2 airbag frontali “dual stage”, 2 airbag laterali anteriori, 2 window bag e un airbag ginocchia per il guidatore (a richiesta i side bag posteriori).
Inoltre, la Station Wagon di Fiat assicura un comportamento su strada costante e prevedibile, grazie all’adozione dei più sofisticati dispositivi elettronici per il controllo del comportamento dinamico della vettura: dalla frenata alla trazione. Ecco allora l’ABS con il correttore elettronico della frenata EBD (Electronic Brake force Distribution) e, soprattutto, l’ESP (Electronic Stability Program) che è di serie sull’intera gamma. In particolare, l’ESP della Nuova Croma include alcuni sistemi aggiuntivi: l’ASR (Anti Slip Regulation) che limita il pattinamento delle ruote motrici in caso di ridotta aderenza stradale; l’MSR (Motor Schleppmoment Regelung) che interviene in caso di cambio brusco di marcia durante la scalata, ridando coppia al motore ed evitando in tal modo il trascinamento eccessivo delle ruote motrici; l’HBA (Hydraulic Brake Assistance), il dispositivo elettronico-idraulico che entra in azione durante una frenata d’emergenza; e, infine, l’Hill-holder che assiste il guidatore nelle partenze in salita.

Una gamma ampia e articolata per una vettura di “sostanza”

La Nuova Croma è una vettura di sostanza come dimostra anche una gamma ampia e articolata che, a seconda dei mercati, propone soluzioni diverse ma tutte caratterizzate da un elevato controvalore. In Italia, per esempio, l’offerta si compone di 4 motori (il 2.2 benzina non è disponibile), 5 allestimenti (Classic, Active, Dynamic, Emotion e Must); 10 colori di carrozzeria; e 4 ambienti interni disponibili in tessuto, castiglio e due varianti di pelle.
Senza dimenticare che la gamma della Nuova Croma offre a tutti i clienti, anche ai più esigenti, l’opportunità di scegliere tra diversi optional e accessori che, da una parte, enfatizzano la praticità e la versatilità del modello, dall’altra rispondono alle esigenze funzionali ed emotive di qualunque cliente. Inoltre, la Nuova Croma, oltre che per la famiglia moderna, è l’auto ideale per aziende e liberi professionisti. Non potevano quindi mancare soluzioni di acquisto e utilizzo personalizzate, specificatamente dedicate a questi clienti offerte da Fiat Automobiles Financial Services.

8 thoughts on “Nuova Fiat Croma 2008

  1. oropowod scrive:

    ma nooo ma che cavolo è? cioè ma il gruppo ottico è uguale! è lo stesso! ma no cristo santo!
    io preferivo il modello precendente a sto punto, cioè io avrei cambiano il posteriore e se dovevi cambiarmi l’anteriore per che cavolo mi metti lo stesso uguale identico di un’altra auto? apparte che fai perdere personalità ad entrambe, è vero che guadagni in produzione, è vero che così vai in contro al vuoto SW del segmento C però cavolo è una cavolata fare certe cose..
    io non farei il modello SW alla Bravo perchè un’auto se nasce con quella linea è un’oltraggio distorcerla, (sopratutto se nasce con una linea sportiva come fai a farmela pure modello SW) figuriamoci se posso accettare una cosa del genere..
    insomma lasciamole fare alla WV e all’AUDI queste stronzate, la croma è un’auto stupenda, di ottima fattura, aveva anche una sua linea molto personale, un frontale piacevole e un posteriore particolare anche se ho sempre fatto tanta fatica a digerirlo, un’auto che non ha nulla da invidiare a nessun segmento D della sua categoria, si può sapere per quale motivo si deve rovinare così??
    per me è stata rovinata un’auto, per quanto bella sia, e non solo è stata rovinata l’immagine della croma ma sopratutto quella della bravo, insomma un frontale caratterizza un’auto, oltre che la casa, non puoi permettere che una persona deve osservare più di un’istante un’auto per capire se è un modello o un’altro.. stessa cosa che mi lamento della brera e della 159 e di moltissime auto del gruppo VW, (audi, seat, VW stessa, skoda).
    è a dir poco vergognoso, la fiat si è fatta un mazzo per ricercare linee, raccordi, espressioni per PIACERE per DISTINGUERSI dall’anomicità che la ha rovinata (oltre che la scarsa qualità che aveva) ora non deve assolutamente cadere in queste cose, anche su un modello ormai non troppo fruttuoso come la croma, non deve assolutamente!

  2. luca scrive:

    ma………….

  3. luca scrive:

    Ma svegliatevi signori della fiat !! e una vergogna per noi italiani non riuscire a produrre un’ammiraglia in questo segmento che sia degna di una linea originale ed esclusiva, come sempre dimostrate i vostri limiti solo per ridurre i costi e guadagnar di piu’……..si poteva benissimo evitare di copiare il muso di uno stesso modello prodotto di classe inferiore ! ma al di la’ di cio’ ho provato l’auto e devo dire che son rimasto contento, il modello diesel 150 cv, comoda, veloce, silenziosa un bel cambio automatico, molti accessori e non ultimo un prezzo decisamente interessante rispetto alle concorrenti, vi erano praticamente tutti i presupposti per tentare nuovamente una nuova esperienza in casa fiat dopo la precedente a dir poco ALLUCINANTE !! qualsiasi tipo di problema con la Marea 2.400 HLX TD. ma , al momento in cui avevo praticamente deciso di ordinarla (una must td 150 cv ) ho saputo che la scelta degli interni in pelle era esclusivamente o marrone o blu due colori a dir poco orripilanti sopratutto abbinati al colore del cruscotto e al colore della carrozzeria, non vi dico il classico tessuto blu…….grezzo e gia’ vecchio 30 anni fa’. ma per quale accidenti di motivo non si puo’ avere l’interno in pelle chiaro come sul modello precedente?? avete perso una vendita !!!

  4. pionse scrive:

    😀

    non mi sembra che il colore degli interni sia una discriminante decisiva per l’acquisto di un’auto

    in ogni caso gli interni in pelle chiara sono pacchiani

  5. XDrive scrive:

    Qualcuno sa dirmi il nome del colore della Nuova Croma mostrata nella foto.

    Grazie.

  6. pionse scrive:

    si chiama “Grigio Sofisticato”

  7. gabrielegenoa scrive:

    secondo me, la fiat ha fatto una scelta giusta:
    fare un’ammiraglia di livello intorno ai 30/35 mila euro era prematuro, e puntando ai volumi di vendita, ha reso più bella la Croma, (è vero, scopiazzando un pò troppo il muso della Bravo), però ha colmato il vuoto lasciato dalla Stilo SW (che ha avuto un buon successo come auto aziendale), creando una nuova Sw ad un prezzo di poco superiore alla obsoleta Stilo… circa 2000 euro in più.
    tanto è vero che la mia azienda me la fornirà a maggio al posto della Stilo o della Multipla.
    inoltre la versione Dynamic, con un prezzo non esagerato offre i contenuti di un’ammiraglia tedesca.
    ora spero solo che (avendo Fiat una bella Sw grande ma a prezzo da media), facciano la Bravo SW non fotocopia in 450/460 cm. ma simile in 420/430 cm., per avere un’alternativa e non un doppione.

  8. pionse scrive:

    anche secondo me la Croma è un’auto indovinata
    tuttavia credo che, come già successo in passato con altri modelli del gruppo, il marketing non la sostenga a sufficienza.
    per farne una vera MPV mancano le versioni a trazione integrale e una gamma di motori più articolata (motori a benzina più aggiornati, versioni bifuel)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: