Premio Ferry Porsche 2007

Stoccarda. Ieri sera Porsche AG, Stuttgart, e il Ministro della Cultura, Gioventù e dello Sport del Baden-Württemberg hanno reso onore ai 233 vincitori dell’edizione 2007 del premio Ferry Porsche presso il Centro di Sviluppo Porsche di Weissach. Questo premio è riservato ai migliori diplomandi in matematica e fisica/tecnologia provenienti sia dalle scuole generali che specializzate. Con questo premio il costruttore di vetture sportive di Stoccarda e il Ministero della Cultura intendono dare il loro contributo alla promozione delle materie tecniche e scientifiche nelle scuole superiori del Baden-Württemberg.
Nella sua prolusione Wendelin Wiedeking, Presidente e CEO di Porsche AG, ha sottolineato l’urgenza di aumentare il numero di giovani ingegneri altamente qualificati se questo paese, dalla vocazione high-tech e tra i principali al mondo sia nel settore automobilistico sia in altri settori industriali, non vuole trovarsi in futuro tagliato fuori dal mercato. “Dobbiamo stimolare l’interesse dei nostri bambini già nell’età prescolare. Ci serve un’educazione alla scienza che sia pratica, colorata e stimolante: perché non già dall’asilo?”, si chiede il manager Porsche. Cita poi una ricerca eseguita presso l’università di Bielefeld, nella quale uno scienziato su quattro afferma che il suo interesse nella materia è stato stimolato già nella prima infanzia.

L’attuale carenza di ingegneri in Germania, afferma Wiedeking, sta innalzando una barriera sempre più grande tra noi e l’innovazione, in particolare per le piccole e media imprese. Solo nel Baden-Württemberg, prosegue, mancano 15.000 ingegneri. Molte aziende stanno perdendo grosse commesse, a favore di concorrenti di altri paesi, per mancanza di personale qualificato, “E questo, nonostante la Germania abbia università eccellenti dalle quali escono ingegneri di alto livello e persino premi Nobel”.

Anche il Ministro della Cultura del Baden-Württemberg, Helmut Rau, ha sottolineato l’importanza delle scienze per la competitività dell’industria tedesca. “Abbiamo bisogno di ingegneri e scienziati qualificati e motivati che assicurino il futuro del nostro paese con le loro idee ed invenzioni”. “Le fondamenta di questo futuro sono gettate nella scuola”, prosegue Rau riferendosi all’introduzione della nuova materia “Scienza e Tecnologia” (NWT) nelle scuole superiori, cosa che ha ulteriormente rafforzato la posizione delle scienze. “Lo scopo della NWT è risvegliare nei ragazzi l’appetito per la ricerca e la scoperta attraverso una grande quantità di esperimenti e la loro applicazione concreta. Rendendo stimolanti le lezioni, intendiamo destare l’interesse e l’entusiasmo dei giovani verso lo studio della scienza o della tecnica all’università” conclude il Ministro.

Il premio Ferry Porsche, che prende il nome dal fondatore della Porsche mancato nel 1998, è stato assegnato con cadenza annuale fin dal 2001. Anche quest’anno, il Dr. Wolfgang Porsche, il figlio più giovane di Ferry Porsche e Presidente del Consiglio di Amministrazione di Porsche Automobil Holding SE, ha parlato personalmente ai vincitori. Ha rammentato loro la fondazione del reparto ingegneria a Stoccarda nel 1931, da parte di suo nonno Ferdinand Porsche, che lì disegnò negli anni ‘30, accanto alle vetture da corsa Auto Union, la VW “Maggiolino”, probabilmente l’automobile più famosa al mondo.

Fu il padre di Wolfgang, Ferry, che per primo costruì una vettura sportiva. L’anno era il 1948 e la prima vettura sportiva che portava ufficialmente il nome Porche era la 356. Con la produzione in serie di queste vetture Ferry Porsche gettò le fondamenta per la fabbrica di vetture sportive di oggi. “Fino alla sua morte, nel 1998, mio padre ha esercitato un’influenza decisiva sul successo dell’azienda, prima come titolare, direttore generale e capo dello sviluppo, poi come Presidente del Consiglio di Supervisione e, più tardi, come consulente specializzato”, ricorda il Dr. Porsche, rendendo omaggio al lavoro di una vita del proprio padre. Ancora una volta, il clou delle celebrazioni a Weissach è stata l’assegnazione di dieci borse di studio per formazione all’estero. I fortunati vincitori sono Tobias Beer (Liceo Friedrich Schiller di Pfullingen), Maria Bruno (Liceo Rechberg di Donzdorf), Tobias Fissler (liceo Friedrich List di Asperg), Sandra Hub (Liceo Hohenlohe di Öhringen), André Junker (Liceo Hebel di Schwetzingen), Merlin Morlock (Liceo Friedrich Eugens di Stoccarda), Jens-Uwe Reitinger (Liceo Staufer di Pfullendorf), Lorenz Schmidt (Liceo Ebingen di Albstadt), Steffen Strebel (Liceo Justinus Kerner di Weinsberg) e Florian Weiser (Liceo Wilhelmi di Sinsheim). I vincitori hanno la possibilità di unirsi per un internato di quattro settimane, nell’estate 2008, ad una delle filiali di vendita estere del costruttore di vetture sportive.

CS Porsche Italia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: